Ideologia gender a scuola: facciamo chiarezza!

di Dino Scantamburlo

Che c’entra, la legge sulla Buona Scuola, appena approvata dal Parlamento e che viene presentata dai critici quale fucina della teoria del gender?

I critici fanno riferimento al comma 16 di tale legge.
Ebbene, che dice tale comma?
LEGGE 107/2015 SULLA “BUONA SCUOLA” – COMMA 16. “Il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei principi di pari opportunita’ promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parita’ tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori sulle tematiche indicate dall’articolo 5, comma 2, del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 ottobre 2013, n. 119, nel rispetto dei limiti di spesa di cui all’articolo 5-bis, comma 1, primo periodo, del predetto decreto-legge n. 93 del 2013”.
[button link=”https://www.claudiosinigaglia.com/2015/08/15/ideologia-gender-a-scuola-facciamo-chiarezza/” color=”
red” font=”bold”]Leggi tutto[/button]

Leggi tutto

Speciale LA BUONA SCUOLA

Con l’approvazione definitiva della riforma della scuola siamo finalmente alla svolta attesa per anni. Rafforzamento dell’autonomia degli istituti, contrasto ai fenomeni dell’abbandono e della dispersione, lotta alle diseguaglianze sociali, culturali e territoriali ancora presenti nel nostro Paese, sono gli obiettivi principali che ci siamo dati con questo provvedimento. Allo stesso tempo queste norme servono a dare maggiore formazione agli studenti, garantire il diritto allo studio, attuare un grande piano per la sicurezza e la modernizzazione degli edifici. Oltre centomila insegnanti saranno assunti già per il prossimo anno scolastico ed è previsto un concorso per altri sessantamila. La cifra degli investimenti complessivi è di 4 miliardi di euro in due anni.

Leggi tutto

Allegati