Elezioni europee: l’analisi del voto a Padova e provincia

Provincia di Padova

  • I comuni dove il PD non supera il 10% dei consensi sono 5 (Agna, Granze, Urbana, Villa del Conte, Piacenza d’Adige)
  • I comuni dove il PD si attesta tra il 10 e il 15% sono 49
  • I comuni dove il PD si attesta tra il 15 e il 20 % sono 33
  • I comuni dove il PD si attesta tra il 20 e il 25% sono 13 (Abano, Albignasego, Baone, Cadoneghe, Este, Limena, Noventa, Ponte san Nicolò, Pontelongo, Rubano, Selvazzano, Stanghella, Teolo )
  • I comuni dove il PD supera il 25% sono 1 (Battaglia Terme)
  • I comuni dove il PD supera il 30 % sono 1 (Padova)

Quindi sono 15 i Comuni che sostanzialmente sono sulla media nazionale (22%) o la superano, mentre il resto, ben 87 Comuni, sono sotto la media.Leggi tutto

Ospedale S. Antonio, dai padovani “No” alla svolta

I padovani sentono il Sant’Antonio il “loro” ospedale e bocciano la scelta della Regione di assegnarlo in comodato all’Azienda ospedaliera, sottraendolo dunque all’Usl 6. Non è un passaggio meramente tecnico, ma una questione politica: lo dimostrano le percentuali nette dei “no” nel sondaggio realizzato pochi giorni fa da Lan, Local Area Network, società diretta da Luca Romano. Solo il 5% approva la scelta, mentre il 75% chiede di lasciare tutto com’è, dimostrando anche poca fiducia nella realizzazione del futuro nuovo polo di Padova Est.

Pesa il timore che si allunghino le liste d’attesa e che i pazienti siano costretti a spostarsi fuori città per visite e terapie. In ultimo: i padovani sono preoccupati della perdita di centralità nella geografia sanitaria del Veneto. L’Ospedale dei padovani È già dalla prima domanda che si capisce quanto i padovani siano affezionati all’ospedale più “cittadino”.Leggi tutto

Sr10, “Basta tergiversare, la Regione trovi i cinque milioni per il progetto dell’ultimo tratto”

“Servono cinque milioni per il progetto definitivo dell’ultimo tratto della Sr 10 e per il progetto esecutivo del lotto da Carceri a Santa Margherita d’Adige, ma la variazione di bilancio (reiscrizione di fondi statali vincolati) per mettere quei soldi a disposizione di Veneto Strade ancora non c’è. Quanto dovremo aspettare, non è stato perso abbastanza tempo?”. Torna a chiedere chiarimenti il consigliere del Partito Democratico Claudio Sinigaglia su una delle opere incompiute della regione, il cui futuro resta incerto.

“La riclassificazione come Statale con il passaggio ad Anas per la gestione, definita indispensabile dall’assessore De Berti per recuperare i finanziamenti necessari a concludere l’opera, non è ancora avvenuto. I passaggi che il Governo e il Parlamento devono fare non sono ancora stati compiuti. Altro che sblocca cantieri, qui i cantieri rimangono tutti in alto mare. Le rassicurazioni della Giunta sull’importanza di questa infrastruttura non trovano riscontro nella realtà, si sono dimostrate slogan privi di contenuto.Leggi tutto

Giotto, ufficiale la candidatura di Padova a diventare Patrimonio Mondiale UNESCO

Con il nome di Padova Urbs picta la nostra città si candida ad inserire nella World Heritage List – Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO – un sito seriale composto da 8 luoghi del centro storico che conservano straordinari cicli pittorici ad affresco del Trecento.

Questa realtà rappresenta un eccezionale valore universale, un esempio unico al mondo di un’area in cui la tradizione della pittura murale ad affresco ha radici sin dal X secolo e che ha visto il suo massimo sviluppo nel Trecento, a partire dalla presenza in città di Giotto intorno al 1302, proseguendo ed evolvendo per tutto il secolo.

L’area oggetto della candidatura è tutta compresa nel centro storico, all’interno delle mura cinquecentesche della città e comprende i cicli pittorici trecenteschi ad affresco conservati nella Cappella degli Scrovegni, nella Chiesa dei SS. Filippo e Giacomo agli Eremitani, in Palazzo della Ragione, nella Cappella della Reggia Carrarese, nel Battistero della Cattedrale, nella Basilica e Convento del Santo, nell’Oratorio di San Giorgio e nell’Oratorio di San Michele.

Bando per assegnazione alloggi Erp a Padova 2019

Il Comune di Padova ha indetto il bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi Erp, che si renderanno disponibili o che saranno ultimati nel periodo di validità della graduatoria.

Chi ha già presentato domanda nel bando precedente deve ripresentare la domanda nei termini e con le modalità previste dal presente bando. Sono tenuti a presentare domanda anche tutti gli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica, titolari di assegnazioni e/o contratti di locazione provvisori.

Le domande devono essere presentate dal 16 aprile al 14 giugno 2019, presso i Caf accreditati dal Comune di Padova utilizzando la procedura sotto indicata.
Il termine per la raccolta delle domande per i soli emigrati all’estero che intendono rientrare in Veneto è prorogato di 15 giorni.Leggi tutto

Approvato il piano pluriennale per lo Sport 2019-2021

Ea’ stato licenziato il nuovo Piano pluriennale per lo Sport, lo strumento che definisce gli obiettivi e le linee guida della futura programmazione regionale in materia.

Il Piano è strutturato in cinque parti. Le prime tre parti fanno il punto sullo stato dell’arte allo scadere del triennio 2016-2018: inquadrano la disciplina normativa di riferimento, descrivono gli scenari dello sport su scala europea, nazionale e veneta, e danno conto dei tanti interventi finanziari regionali attivati a sostegno sia dell’impiantistica sportiva, sia della pratica sportiva. La quarta e la quinta parte invece riguardano la programmazione futura. 

Riconoscendo il valore sociale, formativo ed educativo dello sport è stata riservata particolare attenzione alla promozione dello sport nelle scuole e nel mondo della disabilità.Leggi tutto

Sinigaglia: “Le schede ospedaliere sono diventate schede elettorali!

Sinigaglia (PD): “Zaia scandaloso! Le schede ospedaliere sono diventate schede elettorali! Le modifiche della Giunta sconfessano Commissione, assessore e direttore generale alla Sanità”

“Più che di schede ospedaliere dovremmo parlare di schede elettorali. È sorprendente come nel passaggio tra Quinta commissione e Giunta siano ricomparsi posti letto e apicalità a seconda delle sollecitazioni arrivate dai Comuni, specialmente da quelli dove il 26 maggio si vota per le amministrative”. È quanto affermano il capogruppo del Partito Democratico Stefano Fracasso e i consiglieri Bruno Pigozzo, Orietta Salemi e Claudio Sinigaglia, commentando le modifiche delle schede da parte di Palazzo Balbi, rispetto a quanto votato lo scorso 30 aprile.

“Nelle ultime ore è un fiorire di annunci e dichiarazioni da parte di direttori generali e candidati sindaci. A Schio per esempio il candidato sindaco della Lega ha annunciato di aver fatto rimettere il primariato di Otorino all’ospedale Santorso ed è il caso più eclatante. Nel Veneziano ricrescono posti letto, anche Adria e Piove di Sacco hanno ottenuto la riclassificazione per cui ci eravamo battuti in Commissione.Leggi tutto

Strada regionale 10, opera attesa da troppo tempo!

Strada regionale 10, interrogazione di Sinigaglia (PD): “Opera attesa da troppo tempo: basta slogan, la Giunta Zaia dia garanzie reali sul completamento dei lavori”

Venezia, 7 maggio 2019
“La Strada regionale 10 è una delle ‘grandi incompiute’ del Veneto. Da 12 anni stiamo aspettando il suo completamento, quanto dovremo ancora attendere?”. È quanto chiede Claudio Sinigaglia che in un’interrogazione sollecita l’assessore De Berti a dare risposte chiare sull’infrastruttura che dovrebbe collegare Monselice a Legnago, ma ferma a Carceri.Leggi tutto