Rocca di Monselice, scontro sul futuro

 Un consiglio comunale infuocato quello in programma per questa sera alle 19 a Palazzo Tortorini. Non si è ancora riunito e già comincia a fare scintille il tavolo di lavoro comunale tra maggioranza ed opposizione a causa della mancata presenza dell’assessore regionale Gianluca Forcorlin, richiesta dalla minoranza.Tra i punti all’ordine del giorno c’è il confronto sul futuro del Colle della Rocca ed i consiglieri Andrea Bernardini, Santino Bozza, Gianni Mamprin, Silvia Muttoni, Francesco Miazzi e Sandro Giordani avevano espressamente richiesto che la discussione in merito a questo tema fosse portata avanti alla presenza dei principali interlocutori «Per quanto ci riguarda non ci sentiamo per nulla rassicurati» scrivono in una nota «le risposte dell’assessore regionale Forcolin e della sindaca Bedin, rappresentano aria fritta e alle dichiarazioni di disponibilità al dialogo, non corrispondono mai i fatti concreti.

Nella richiesta di consiglio avevamo scritto espressamente: si precisa che i sottoscrittori concordano di subordinare il rispetto del termine di 20 giorni alle disponibilità dei soggetti convocati (Gianluca Forcolin e l’avvocato Aldo Rozzi Marin), auspicando che l’eventuale slittamento sia contenuto in tempi accettabili. Il sindaco e il presidente del Consiglio Gianni Baraldo, hanno ignorato la precisazione ed hanno confezionato un invito con la data preordinata del 18 ottobre». I consiglieri avrebbero molte questioni da porre all’assessore regionale, tra cui la bonifica e riutilizzo della cava della Rocca, chiarimenti in merito al Mastio, a casa Bernardini il cui raddoppio è costato oltre 1 milione di euro e che rimane chiusa e senza una destinazione, a Villa Duodo ed Ex Casa Cattin, chiuse ed inutilizzate.

«Non ci arrenderemo e porteremo avanti la richiesta di questo confronto sulla gestione e il futuro del Colle, torneremo a chiedere chiarimenti su molti punti tra i quali il pericolo frane mai affrontato in modo definitivo e l’incuria a cui è sottoposto il patrimonio che richiederebbe interventi straordinari di manutenzione»

Posted in Notizie, Territorio.