Ospedale Sant’antonio : Psichiatria da 32 a 20 posti letto, “Zaia cambi o faccio ricorso”

Il consigliere regionale del partito democratico Claudio Sinigaglia è pronto a presentare ricorso al Tar contro la scheda di programmazione regionale per l’ospedale Sant’Antonio di Padova. Una scheda che, rileva il consigliere, è uscita dall’approvazione finale in Giunta, difforme da come l’avesse licenziata la Commissione Sanità. Su un punto in particolare: la dotazione e la gestione dei posti letto di Psichiatria.

Nella scheda uscita dalla Commissione erano previsti 32 posti letto gestiti dall’Usl Euganea, in quella uscita dalla Giunta i posti si riducono a 20 e senza alcuna indicazione sulla loro gestione. Circostanza, quest’ultima, che desta preoccupazione non fosse altro perché la Regione ha previsto il passaggio dell’intero Sant’Antonio sotto la gestione dell’Azienda ospedaliera universitaria. «Il parere sulle schede espresso dalla Commissione Sanità e Sociale è stato disatteso immotivatamente dalla Giunta» accusa Sinigaglia, «o ci troviamo di fronte a un banale errore di trasmissione o trascrizione oppure è una modifica attuata senza alcuna motivazione esplicitamente riporta nella delibera regionale, diversamente da quanto fatto per tutte le altre modifiche apportate.

Appare evidente» insiste il consigliere dem, «la necessità di correggere ciò che considero un palese errore, anche e soprattutto alla luce della discussione in corso tra Usl 6 Euganea e Azienda ospedaliera di Padova per la definizione dell’eventuale passaggio dell’ospedale Sant’Antonio all’Azienda universitaria».Sinigaglia ha inviato una lettera formale al governatore Luca Zaia, all’assessore Manuela Lanzarin e al direttore generale della Sanità Domenico Mantoan: «Ho ripetutamente riportato la questione in Commissione» aggiunge il consigliere, «senza ricevere alcuna risposta. Intendo perciò avvalermi di tutti gli strumenti legislativi e amministrativi – e non escludo un ricorso al Tar – per ribadire che l’unica indicazione valida per i posti letto di Psichiatria per l’ospedale Sant’Antonio è quella della Commissione Sanità: i posti letto devono essere 32 e la loro gestione deve essere garantita dall’Usl 6 Euganea.

Infine» conclude Sinigaglia, «chiedo che la decisione sul passaggio del Sant’Antonio all’Azienda universitaria venga sospesa».

Elena Livieri

Posted in Notizie, Rassegna stampa, Sanità e Sociale.