Servizio di Pronto soccorso esternalizzato a Piove di Sacco e Cittadella, scelta pericolosa

Venezia 2 lug. 2019 – “Esternalizzare i servizi di Pronto soccorso appaltandoli a cooperative private è l’ennesimo brutto segnale per la sanità pubblica del Veneto. Siamo davvero molto preoccupati”. È quanto afferma in una nota il Consigliere regionale del Partito Democratico Claudio Sinigaglia “alla vigilia del ‘debutto’ negli ospedali di Cittadella e Piove di Sacco dei professionisti esterni per la gestione del Pronto soccorso a cui è ricorsa l’Ulss 6 per mancanza di ‘camici bianchi’.

La carenza di medici – sottolinea il Consigliere – non può giustificare certe scorciatoie, oltretutto in palese violazione di sentenze di Corte dei Conti, Consiglio di Stato e Cassazione: ma davvero si pensa di poter gestire uno dei punti nevralgici di un ospedale in questo modo? Le criticità denunciate dai sindacati dei medici sono state completamente bypassate, si prende il servizio completo a ‘scatola chiusa’: non c’è una selezione dei candidati, non sappiamo se hanno o meno la specializzazione né se è assicurato il rispetto della normativa europea per quanto riguarda i riposi”.

“Chiediamo alla Regione e alla Ulss 6 – continua Sinigaglia – un monitoraggio e controllo totale dell’attività svolta dalle cooperative, per garantire un servizio di qualità se non ci sono le condizioni si interrompa subito l’esperienza. Questa deriva privatista deve assolutamente essere fermata e Zaia non può continuare a nascondere le responsabilità della Regione per la carenza di personale. Perché i professionisti non vogliono più lavorare nel pubblico? Da tempo stiamo assistendo a una vera e propria fuga: se non vengono migliorate le loro condizioni, bandire nuovi concorsi rischia di essere inutile perché mancheranno sempre i candidati. Con un il conseguente progressivo smantellamento del servizio sanitario pubblico – conclude il Consigliere Sinigaglia – e la possibilità di ricevere le cure adeguate solo per chi se le potrà permettere”. 

domani interrogazione… ma si può?

Pubblicato da Claudio Sinigaglia su Martedì 2 luglio 2019

Posted in Notizie, Rassegna stampa, Sanità e Sociale.