Sr10, “Basta tergiversare, la Regione trovi i cinque milioni per il progetto dell’ultimo tratto”

“Servono cinque milioni per il progetto definitivo dell’ultimo tratto della Sr 10 e per il progetto esecutivo del lotto da Carceri a Santa Margherita d’Adige, ma la variazione di bilancio (reiscrizione di fondi statali vincolati) per mettere quei soldi a disposizione di Veneto Strade ancora non c’è. Quanto dovremo aspettare, non è stato perso abbastanza tempo?”. Torna a chiedere chiarimenti il consigliere del Partito Democratico Claudio Sinigaglia su una delle opere incompiute della regione, il cui futuro resta incerto.

“La riclassificazione come Statale con il passaggio ad Anas per la gestione, definita indispensabile dall’assessore De Berti per recuperare i finanziamenti necessari a concludere l’opera, non è ancora avvenuto. I passaggi che il Governo e il Parlamento devono fare non sono ancora stati compiuti. Altro che sblocca cantieri, qui i cantieri rimangono tutti in alto mare. Le rassicurazioni della Giunta sull’importanza di questa infrastruttura non trovano riscontro nella realtà, si sono dimostrate slogan privi di contenuto.

Oltre un mese fa – continua il consigliere dem padovano – ho presentato un’interrogazione a risposta scritta per avere finalmente un quadro chiaro a 360 gradi, ma sono sempre in attesa di una risposta dell’assessore. L’annunciato avanzamento a stralci, tranne il primo tratto da Carceri al casello dell’A31 della Valdastico Sud, resta avvolto nel mistero: chi e con quali soldi realizzerà i lavori fino a Montagnana prima e a Legnago poi?”.

Sr10, Sinigaglia (PD): “Basta tergiversare, la Regione trovi i cinque milioni per il progetto dell’ultimo…

Pubblicato da Claudio Sinigaglia su Giovedì 30 maggio 2019

Posted in Notizie, Rassegna stampa, Territorio.