Radon alla scuola Cini, pronta un’Interrogazione: trasferire le attività didattiche fin quando tutti i locali non saranno bonificati

Venezia, 14 gen. 2019 – “Cos’ha intenzione di fare la Regione per tutelare la salute dei bambini e degli insegnanti della scuola Cini?”. È quanto chiede in un’interrogazione Claudio Sinigaglia, Consigliere regionale del Partito Democratico a proposito della presenza di radon “fino 10 volte oltre i limiti di legge rilevata in alcuni locali dell’istituto di Monselice. È un’emergenza che si trascina da troppo tempo, senza che si sia arrivati alla soluzione. Ma non si può andare avanti a ‘tentativi’, lasciando alunni e operatori scolastici in classe.

Fin quando non sarà effettuato un monitoraggio di tutti i locali e saranno disponibili i relativi dati, i bambini e il personale deve essere trasferito altrove” insiste l’esponente dem padovano ricordando che “i risultati delle ultime analisi di Arpav, non sono ancora stati resi noti; i genitori devono avere la certezza di mandare i loro figli in un luogo salubre, non è accettabile che a distanza di mesi ci siano ‘segreti’ su un tema così delicato”.

“Non è allarmismo, ma buon senso – conclude Sinigaglia – fin quando tutti i locali non saranno bonificati, l’istituto Cini va dichiarato inagibile e l’attività didattica spostata in un’altra struttura, bambini e personale non possono essere sottoposti a concentrazioni di radon che potrebbero essere dannose per la loro salute”.

Posted in Notizie, Rassegna stampa.