Nuova vittima della West Nile, “Zaia ha gravemente sottovalutato l’emergenza. E’ normale che l’assessore resti al suo posto? ”

“Ancora una vittima della West Nile, mentre attendiamo che venga attuato il Piano della Regione per combattere il virus. È un ritardo grave e colpevole, l’assessore Coletto dovrebbe dimettersi”. È quanto chiede in una nota il gruppo consiliare del Partito Democratico in Consiglio regionale.

“È un problema che in Veneto abbiamo da ormai dieci anni e che si è progressivamente aggravato, con oltre 130 casi nel 2018. Numeri che non sono bastati alla Giunta per agire con determinazione: solo lo scorso 24 agosto l’assessorato alla Sanità ha annunciato un Piano straordinario di disinfestazione a tappeto. Occorre però un intervento continuativo e soprattutto preventivo, ad aprile maggio; e la Regione non può e non deve abbandonare i Comuni, specialmente quelli più piccoli, che non hanno le risorse necessarie per compiere un’efficace disinfestazione. Serve un’azione coordinata tra le amministrazioni locali affinché non sia vana perché le zanzare ovviamente non sono stanziali”, aggiungono i consiglieri del Partito Democratico che nei giorni scorsi hanno anche presentato una mozione in cui si sollecita la Regione a finanziare tutte le operazioni di prevenzione e contrasto, assumendo un ruolo di regìa.

“La West Nile è stata colpevolmente sottovalutata: ci si muove soltanto adesso, a fine estate, stanziando 500mila euro per disinfestare, una cifra insufficiente. Dieci morti in Veneto è il drammatico conto, speriamo finale. In qualsiasi paese civile chi ha la responsabilità di garantire la salute pubblica avrebbe rassegnato le proprie dimissioni difronte a una situazione di tale gravità. Il presidente Zaia non può continuare a tenersi alla larga da questa drammatica calamità regionale. Venga in Consiglio a riferire su come la giunta sta affrontando

Chieste le dimissioni dell'assessore Coletto!Nuova vittima della West Nile, il Pd all’attacco: “Zaia ha gravemente…

Pubblicato da Claudio Sinigaglia su Martedì 4 settembre 2018

Posted in Notizie, Rassegna stampa, Sanità e Sociale.