Reintrodurre il servizio militare obbligatorio: uno sbaglio

 “È l’ennesimo provvedimento-propaganda, nei fatti irrealizzabile perché costerebbe più  dell’abolizione della riforma Fornero e del reddito di cittadinanza messi assieme”. Dopo aver incontrato i rappresentanti della Rete degli studenti medi che hanno manifestato all’esterno di Palazzo Ferro Fini, Alessandra Moretti, consigliere regionale del Partito Democratico, liquida così la proposta di legge statale sulla reintroduzione della naja.

“Non riesco a capire perché la maggioranza insista con una legge che non vogliono i giovani, comunque neanche consultati prima di redigere il testo, e nemmeno i militari che richiedono personale specializzato e non certo ragazzi, magari non motivati e impreparati. La legge propone addirittura l’estensione del servizio di leva alle donne: quindi costi raddoppiati anche per quanto riguarda il vitto, l’alloggio, la paga del soldato, senza contare l’equipaggiamento e la risistemazione delle caserme dismesse. Insomma – prosegue Moretti – si tratta di un’ulteriore perdita di tempo quando basterebbe che il Governo aumentasse le risorse per rendere praticabile, per tutti quelli che ne fanno richiesta, il servizio civile universale. Questo sì che sarebbe utile: un percorso di formazione sociale, civica, culturale e professionale, di attività di cooperazione nazionale ed internazionale, di salvaguardia e tutela del patrimonio nazionale.

 

ancora rinviata l'approvazione del progetto di legge statale sulla naja obbligatoria… se ne riparlerà, dopo la…

Pubblicato da Claudio Sinigaglia su Martedì 4 settembre 2018

Sono le stesse associazioni che si occupano di volontariato e sociale a chiederlo, sottolineando come l’educazione dei nostri giovani al senso del dovere, dell’impegno civile e della solidarietà si sviluppi attraverso le esperienze che il servizio civile universale propone con il lavoro sul territorio a favore delle proprie comunità. La Regione –  conclude la consigliera del Partito Democratico – si impegni con il Governo su questo versante anziché proporre leggi tanto anacronistiche quanto inutili che sicuramente resteranno nei cassetti di Camera e Senato”.

Reintrodurre il servizio militare obbligatorio: mai più! Non vogliamo che i giovani imparino a sparare : contro quale nemico? Non vogliamo che i giovani imparino ad obbedire in modo acritico: i soldatini fanno comodo al nuovo sistema di Governo? Non vogliamo reintrodurre la disciplina senza motivazioni, non vogliamo che i nostri giovani perdano tempo inutilmente. Non ci interessa vengano reintrodotte le pratiche del nonnismo: chi parla di sistema educativo legato alla vita delle caserme non sa quello che dice. Non ci interessa reintrodurre la cultura da guerrafondai e della morte: il servizio militare sia fatto da chi lo fa per professione Il Governo per i nostri giovani promuova più istruzione, più formazione, più criticità. Il Governo sostenga la ricerca e l’università. Perché la Regione veneto è al minimo in quanto investimento per la ricerca? Il Governo sostenga ed estenda il servizio civile e la solidarietà: questa è educare sul campo dell’esperienza con gli altri e per gli altri Il Governo promuova più occupazione e più lavoro stabile. Si combatta decisamente la disoccupazione. Basta chiacchiere. Il Governo promuova la la cultura della PACE e della VITA… siamo stanchi di ritorno al passato, di evocazione delle paure. Le nuove sfide si affrontano con strumenti culturali ed innovativi.Claudio Sinigaglia

NO LEVA,SI VAX.

Pubblicato da Claudio Sinigaglia su Giovedì 16 agosto 2018

Manifestazione anti naja degli studenti medi di fronte al consiglio regionale dove a breve si affronterà la proposta di legge della Lega sul ripristino della leva obbligatoria… vi terrò aggiornati

Pubblicato da Claudio Sinigaglia su Martedì 28 agosto 2018

Sale la protesta contro il ripristino della "naja" obbligatoria proposta dalla Lega… appuntamento a martedi prossimo quando la legge verrà discussa in consiglio regionale.

Pubblicato da Claudio Sinigaglia su Mercoledì 29 agosto 2018

Posted in Cultura, Notizie, Rassegna stampa.